SEO: Search Engine Optimization o ottimizzazione per motori di ricerca

Cos’è la SEO? Definizione e significato

Il termine SEO è un acronimo e proviene dall’inglese “Search Engine Optimization“, significa “ottimizzazione per i motori di ricerca“. La SEO definisce un insieme di pratiche e strategie volte a migliorare il posizionamento o ranking nei risultati di ricerca organici dei motori di ricerca. Avere una buona struttura SEO ti permette di apparire per primo nei risultati di ricerca, quindi di ottenere più visualizzazioni e di conseguenza anche più guadagni ed interesse per la tua attività.

Perchè è importante la seo

Oggi, quasi tutto quello che facciamo, inizia con una ricerca: se cerchiamo una risposta, abbiamo un dubbio o vogliamo acquistare qualcosa, lo cerchiamo online. La ricerca online avviene per mezzo di appositi siti creati con questa funzione, i cosi detti motori di ricerca: Google, Bing, Yahoo sono solo alcuni di questi. Avere un sito ottimizzato SEO ed in grado di apparire nei risultati di ricerca prima di altri, ti permettere di generare traffico.
C’è da considerare che i primi risultati vengono cliccati molto più di altri, anzi spesso sono gli unici ad essere cliccati… se il tuo sito appare in seconda pagina putroppo saprai che le visite ricevute sono ben poche. Ulteriori informazioni sulla CTR e la ricerca qui.
Come funziona la ricerca su Google

Come funziona il posizionamento

I motori di ricerca classificano costantemente i contenuti di tutti i siti a cui fanno riferimento. Il processo si chiama “crawling” e viene svolto da programmi chiamati “crawler” o “spider”, che cercano costantemente informazioni nella “tela” del web. I motori di ricerca, anche se non te ne accorgi, a intervalli variabili, si collegano al tuo sito ed analizzano tutti i contenuti che vi riescono a trovare. I dati raccolti vengono poi classificati e conservati nei datacenter per renderli disponibili per le successive ricerche. È importante favorire il processo di crawling per far si che prossima volta che un utente farà una ricerca il tuo sito sia tra i primi risultati.

Come viene deciso il posizionamento

Per decidere il posizionamento, ogni volta che un utente effetua una ricerca, il software andrà a selezionare ed ordinare nel database dei siti indicizzati quelli che contengono le informazioni richieste. Ogni motore di ricerca utilizza un metodo di classificazione diverso. Tale algoritmo è segreto, non viene rivelato per evitarne la manipolazione. Un tempo era molto facile farlo, ora i motori di ricerca si sono evoluti per fornire informazioni realmente attinenti evitando molte strategie illecite per generare traffico… questo è un vantaggio sia per gli utilizzatori che per i creatori di contenuto, in quanto ora è necessario dimostrare di possedere realmente le giuste informazioni.

Il posizionamento SEO varia

Il posizionamento o ranking SEO può variare, anche da persona a persona. Questo perchè vengono presi in cosiderazione numerosi parametri, come per esempio: posizione dell’utente, lingua utilizzata, esperienze precedenti, interessi etc… È il caso della Local SEO che sfrutta proprio questi dati per promuovere le attività a livello geografico.
Dall’esperienza possiamo affermare che i risultati di ricerca cambiano continuamente, anche per lo stesso utente, solo i primi rimangono costantemente in vetta. Per esempio, Google effettua dei test, scambiando la posizione dei siti e monitorando il tasso di interazione e se da questo test, risulta che la vostra pagina è più cliccata della concorrenza(CTR elevato), potreste ottenere un bonus nel posizionamento! Per questo consigliamo di valutare l’andamento delle keyword su base settimanale e non giornagliera.

Di cosa si occupa la SEO

Il processo di SEO può essere suddiviso in 4 attività principali:
  1. Pianificazione: prima di iniziare qualsiasi attività SEO bisogna capire quali sono i nostri obiettivi: definire l’area di interesse, capire quali sono le richieste degli utenti, capire come possiamo aiutarli, stilare una lista di keyword, analizzare la concorrenza e la competitività per scegliere la strategia da intraprendere.
  2. Creazione dei Contenuti: questa è la parte più importante. Dovrai assicurarti di fornire tutte le informazioni utili sull’argomento. Usare frasi, parole chiave e concetti chiari. Assicurarti che il contenuto sia completo e corretto. I motori di ricerca tengono conto anche del tempo di permanenza sul sito. L’obbiettivo quindi è quello di creare contenuti interessanti e validi.
  3. Ottimizzazione Tecnica: questa fase consiste nell’ottimizzazione del codice della pagina, è una parte prettamente tecnica e deve assicurarsi che i dati siano organizzati, evidenziati, interconnessi e validi. Bisognerà occuparsi della corretta implementazione dei meta tag e dei microdati come Schema, AMP e OpenGraph. Avere i dati correttamente classificati rende il tuo sito accessibile e attira i motori di ricerca.
  4. Promozione dei Contenuti: una volta pubblicata la pagina, dovrai promuoverla. Essere citati con un link da siti autorevoli, tramite backlink, è un modo per dimostrare la propria competenza e dimostrare che il tuo è un sito web di qualità. Se si tratta di un contenuto dal beneficio pubblico potrai anche sfruttare il meccanismo della condivisione e sponsorizzazione social.

Ottimizzazione SEO

Lo scopo principale di un motore di ricerca è quello di fornire informazioni sempre rilevanti ed aggiornate. Tenendo sempre questa informazione in mente andrà svolto il lavoro di ottimizzazione dei contenuti per il motore di ricerca. Pur avendo metodi di classificazione differenti, l’esperienza di un Search Engine Optimizer, porta a definire delle strategie e regole generali da rispettare per apparire nei motori di ricerca. Se decidi di affidarci la gestione SEO del tuo sito, puoi stare certo che saranno rispettate tutte le indicazioni e le convenzioni del caso.
È fondamentale evitare tecniche SEO illecite, altrimenti il tuo sito sarà penalizzato, se non adirittura escluso dalla ricerca! Affida il compito a persone affidabili e professionisti. Considera che la SEO non ha quasi mai risultati immediati, nei casi più complessi sono necessari diversi mesi per scalare il ranking ed arrivare in prima pagina. Diffida da soluzione istantanee. Una volta conquistato il posto ci sarà da continuare a monitorare il posizionamento SERP[5] ed assicurarsi che i contenuti restino rilevanti. I motori di ricerca preferiscono contenuti “freschi” e se la tua pagina non viene aggiornata da mesi, beh, probabilmente scenderà nel posizionamento.

Ottimizzazione SEO On-Page o On-Site

La SEO OnPage riguarda l’ottimizzazione dei contenuti della pagina. Sebbene il avere un ottimo contenuto sia fondamentale, per essere i primi bisogna applicare una serie di accorgimenti più tecnici. Ve ne elenchiamo alcuni:
  1. L’URL della pagina deve contenere la nostra parola chiave, consigliamo una lunghezza massima di 4 parole
  2. Inserire un tag “title” che contenga la nostra parola chiave e una call to action, lungo fino a 60 caratteri
  3. Inserire un meta “description”, lunghezza fino a 145 caratteri, influenzerà il CTR in manierà importante
  4. Inserire un solo tag “H1”, deve contenere la parola chiave target della pagina
  5. Inseire altri tag “HX”, es: h2, h3 per definire la gerarchia del contenuto e possibilmente la parola chiave
  6. Aggiungi immagini ed assicurati che abbiano un nome e un attributo “alt” che abbia la parola chiave
  7. Assicurati che le risorse siano ottimizzate[2], aumenterai la velocità di rendering della pagina
  8. Ottimizza i tempi di risposta del server, il TTFB[3] deve essere il più veloce possibile, meglio se sotto i 300ms
  9. Fornisci una mappa del sito che sia accessibile dalla radice, es: https://example.com/sitemap.xml
  10. Ottimizza l’Internal Linking, creando collegamenti interni al sito in ordine di importanza

Ottimizzazione SEO Mobile

Ognuno di noi ha uno smartphone per comunicare e cercare informazioni online. È stato confermato la maggior parte delle ricerche sono svolte dai dispositivi mobili: smartphone e tablet. Per questo i motori di ricerca hanno riguardo particolare per tali utenti. Google, per esempio, sta dando priorità ai siti che sono ottimizzati per i telefoni. Così è diventato indispensabile avere un sito ottimizzato sia per gli utenti che per i motori di ricerca. Ma quali sono i parametri per migliorare il posionamento mobile? Vediamone alcuni:
  1. Lo scorrimento deve essere ottimizzato verticalmente, immagini e altri elementi non devono uscire dal viewport
  2. I tempi di caricamento della pagina devono essere rapidi, perchè i telefoni non sempre dispongono di una buona connessione
  3. I contenuti della pagina devono essere ridimensionati, le immagini compresse, css e javascript ottimizzati e concatenati
Puoi fare un test sulle prestazioni utilizzando lo strumento Google[4] per l’ottimizzazione mobile.

Ottimizzazione SEO Off-Site

Per ottimizzazione Off-Site si intende quel tipo di attività che riguarda fattori esterni. Uno di questi, ed il più importante, è il backlinking. Viene utilizzato per valutare l’attendibilità di un sito, attraverso il calcolo del numero dei collegamenti da parte di altri siti, al tuo. Il concetto simile a quello della raccomandazione. Non è la quantità ma la qualità delle referenze a contare. Pertanto avere un link da un sito famoso vale molto più che centinaia di collegamenti da siti personali. Viene valutata anche l’area di influenza del backlink. Per esempio se il tuo sito vende articoli da cucina, dovresti cercare di ottenere link da parte di blog che trattano di cucina e da portali che trattano dello stesso argomento.
Esistono diverse strategie di ottimizzazione off-site ma, dal momento che i motori di ricerca si sono fatti sempre più furbi nell’identificare le manipolazioni artificiose, alcune di queste sono diventate estremamente pericolose. Vi vogliamo comunque dare un paio di idee lecite per la creazione di backlink:
  1. Crea contenuti di interesse generale, condividi tali contenuti agli utenti interessati, magari vorranno parlarne!
  2. Pubblica guest post su siti di categoria. In breve si tratta della pubblicazione di articoli non promozionali, ma linkati al tuo.
  3. Offriti di condividere i contenuti di un influencer sul tuo sito in cambio dello stesso favore, non andare offtopic.
  4. Contatta i proprietari di blog che trattano del tuo stesso argomento, fornisci un incentivo per parlare del tuo sito.
  5. Puoi sponsorizzare attività e enti in cambio di un backlink di “riconoscenza” per la tua donazione.
  6. Il numero delle condivisioni sui social, influenza seppur in minima parte il ranking

Come scegliere le parole chiave

Se vuoi creare articoli SEO, dovrai focalizzare il contenuto su di una singola keyword. Questa parola chiave dovrà essere l’argomento principale della pagina che andrai a creare. Ora come fai a decidere quale sia la più adatta? Dovrai analizzare diversi aspetti:
  1. Popolarità: prendi nota del numero delle volte che una parola è cerca, puoi aiutarti con Google Keyword Planner[7]
  2. Rilevanza: oltre al volume di ricerche bisogna controllare che la parola chiave sia valida per il servizio svolto dall’attività
  3. Concorrenza: le parole popolari con alti volumi di ricerca possono essere difficili da scalare e conquistare
posizionamento organico keyword seo

Come misurare i risultati SEO

Prima e dopo aver ottimizzato il tuo sito ti sarà utile poter seguire come procede il posizionamento. Avrai conferma che la strategia che stai utilizzando è quella giusta. Monitorare il ranking SERP inoltre ti permetterà di capire quando intervenire per ristabilire la tua posizione nel caso in cui un concorrente ti superi.
Per monitorare i risultati del ottimizzazione SEO vengono utilizzati software appositi comunemente chiamati “background-colorkeyword tracker” o “keyword monitor”. Questi software analizzano periodicamente i risultati di ricerca e tengono traccia del posizione del sito in base alle parole chiave specificate. Sono pochi i servizi gratuiti, anche perchè Google e simili fanno di tutto per evitare spreco di risorse e richiedono un pagamento.

Creazione di contenuti SEO

Vorresti migliorare il tuo posizionamento SEO e hai bisogno di più contenuti di qualità nel tuo sito ma, non riesci a trovare le parole? Puoi affidare la creazione di articoli e/o pagine ottimizzate a dei profesionisti: ghostwriter, copywriter o altre figure di competenza. Puoi anche richiedere la revisione e ottimizzazione del contenuto se si tratta di un argomento su cui ti senti preparato. Contattaci se hai bisogno proprio di questo servizio dal form in fondo alla pagina.

Chi sono i Search Engine Optimizer

I Search Engine Optimizer sono figure professionali che si occupano dell’ottimizzazione dei siti per l’indicizzazione dei motori di ricerca. Hanno competenze specifiche e spesso conoscono il linguaggio di markup HTML, CSS e Javascript. Affidare il proprio sito internet a un professionista di questo genere può produrre ottimi risultati. Assocurati sempre che si tratti di una persona competente, che non usa metodi illegali o drastici, per evitare di venire penalizzato.

Consulente SEO o agenzia SEO

Puoi affidare il lavoro di ottimizzazione del tuo sito per motori di ricerca ad una persona o ancora meglio, un agenzia competente. La SEO è uno dei nostri servizi fondamentali e disponiamo di personale dedicato che ogni giorno, al posto tuo, si occupera di individuare opportunità al riguardo. Gli algoritmi di ricerca vengono continuamente aggiornati e bisogna adeguare e monitorare il sito per non perdere il posizionamento acquisito.

Differenza tra SEO e SEA e SEM

Ogni acronimo dei seguenti ha un significato ben definito, vediamoli:
SEA significa Search Engine Adwertising e consiste nella sponsorizzazione a pagamento dei contenuti nel motore di ricerca.
SEO significa Search Engine Optimization e consiste in un insieme di pratiche per migliorare il ranking del proprio sito.
SEM significa Search Engine Marketing in breve è l’unione delle due tecniche SEA e SEO.

Migliorare il SEO con la pubblicità?

Affiancare una campagna pubblicitaria SEM ad quella SEO ti permetterà di diffondere il messaggio senza dover aspettare i tempi di indicizzazione organici. Avvolte sono richiesti mesi per conquistare il posto desiderato. Se hai un’azienda che non può aspettare tanto, la sponsorizzazione ti aiuterà a raccogliere i frutti prima del posizionamento. Nota bene: una campagna pubblicitaria non influenza il posizionamento organico in alcun modo diretto.

Google Local SEO o seo geolocalizzata

Seo 1 Una parte fondamentale dei risultati di ricerca su Google è data dalle schede Google Maps. Ottimizzare il proprio sito per dare informazioni sul luogo e la creazione di un relativa pagina Google My Business ti permette di raggiungere più utenti e migliorare il tuo posizionamento SEO. I risultati di ricerca di località vengono mostrati per primi e hanno un tasso di click maggiore rispetto ai siti. Il numero delle recensioni e la valutazione anch’essa è di fondamentale importanza per mostrare la propria scheda prima di altri concorrenti.

Tracking posizionamento SEO

Per tracking SEO si intende il processo di monitoraggio del posizionamento dei contenuti del sito rispetto a determinate parole chiave o ricerche. Può essere svolto in maniera manuale o automatica. Farlo in maniera manuale è sconsigliato, in quanto bisogna porre attenzione a non contaminare i risultati di ricerca con dati di ricerca personalizzati o di località. I risultati di ricerca infatti possono variare da utente a utente. Affidarsi ad un software fornisce dati più stabili e sicuri in quanto vengono adottati metodi volti ad evitare la personalizzazione, rendedo il dato più attendibile.
La nostra digital agency, ha sviluppato dei software per monitorare il posizionamento dei nostri clienti, questo ci permette di mantenere sempre il controllo sulla situazione. Tale servizio viene offerto in maniera gratuita e vi permette di risparmiare. L’imparzialità dei risultati viene garantita, i dati sono sempre a disposizione di tutti.
Monitora il posizionamento delle parole chiave ritenute strategiche, intervieni se necessario

Cosa sono i SEO Audit e SEO Checker?

Per SEO Audit si intende il processo di analisi del livello di ottimizzazione di un sito web in termini di SEO. Viene analizzato il codice HTML, la qualità dei testi sia commerciali che informativi ed il ranking su Google. Un SEO Audit ti suggerisce tutti gli errori SEO da correggere per migliorare il posizionamento del tuo sito web. Ottieni un elenco completo degli errori SEO che impediscono al tuo sito di posizionarsi al primo posto su Google. Questo SEO Audit ti suggerisce come risolvere i problemi SEO in base al potenziale impatto che hanno sul tuo traffico e sulla facilità di implementare le modifiche necessarie. Quando hai risolto gli errori, puoi avviare un nuovo report e verificare se hai fatto tutto in modo corretto.

Pratiche illecite e sconsigliate per la SEO

Solitamente per poter posizionare bene un sito ci vuole pazienza e molto tempo, alcuni tecnici per far colpo utilizzano scorciatoie che fanno posizionare il sito per poco tempo, come un fuoco di paglia, che dà risultati nell’immediato mentre nel lungo periodo lascia a desiderare, bisogna stare attenti da i SEO specialist che utilizzano questi metodi altre sì chiamati “Black Hat” perché spesso e volentieri sono solo uno spreco di tempo e denaro. Con il termine “Black Hat[6] ci si riferisce a persone senza scrupoli guidate dal solo profitto personale. Affida la gestione seo a soli professionisti, o persone fidate che non faranno uso di tattiche SEO illecite. Il rischio è che il tuo sito venga permanentemente escluso dal motore di ricerca, perdendo tutto il valore acquisto e rendendo il recupero molto molto difficile. In alcuni casi vi possono essere danni permanenti. Non acquistare servizi low-cost o dai risultati instantanei, c’è ne sono diversi in vendita, sono truffe e utilizzano strategie illecite.

Quanto costa fare SEO

Il costo varia, varia moltissimo, in base al tipo di settore e parole chiave su cui vuoi posizionarti. Fare SEO richiede molto tempo, avvolte anche dei mesi per raggiungere le prime posizioni con le keywords più richieste. Per questo preferiamo sempre parlare con il cliente per capire quali sono le sue reali esigenze. Solitamente consigliamo di cominciare con il posizionamento per un paio di parole chiave, a moderata concorrenza e che possono produrre più risultati nel breve termine.
Certo possiamo aiutarti a posizionarti anche con le keywords ad alta concorrenza, ma assicurati che sia davvero ciò di cui hai bisogno, dovrai essere pronto ad affrontare costi ben più elevati, si parla di diverse decine di migliaia di euro. È anche chiaro che i vantaggi saranno notevoli.
Garanzie? Purtroppo in questo settore non ci sono garanzie, e nessuno può dartele, con certi argomenti la SEO è un vero e proprio campo di battaglia. Quando fai SEO devi dimostrare di essere migliore di migliaia di domini e devi continuare a gestire, aggiornare la pagina indicizzata se vuoi mantenere il controllo su quelle keyword. Nulla vieta ad un tuo concorrente di creare una pagina dal valore superiore al tuo. Per questo è importante monitorare il ranking delle parole chiave ed intervenire tempestivamente.
[2] Pagespeed: strumento Google che ti aiuta ad analizzare le prestazioni della pagina web.
[3] TTFB: time to first byte, indica il tempo di risposta di una pagina
[5] SERP: Search Engine Results Page, ci si riferisce alla pagina dei risultati di ricerca
[6] Black Hat: è un malintenzionato o con intenti criminali.
[7] Google Keyword Planner: strumento per confrontare il volume di ricerca e la concorrenza delle parole chiave

Consulenza gratuita

Vuoi migliorare il posizionamento del suo sito web, migliorarne le prestazioni, aumentare il numero di visitatori e dei clienti?

Facebook
Twitter
Pinterest
Linkedin
Email

Chatta su whatsapp