Come creare un app per guadagnare monetizzando

Puoi guadagnare con la tua app offrendo servizi aggiuntivi o inserendo la pubblicità

Il settore delle app attirà quotidianamente centinaia di imprenditori e utilizzati, è un settore in forte crescita, dinamico e in costante evoluzione. Se hai un idea che pensi possa essere utile a centinaia di utenti, creando un un app hai modo di guadagnarci, ora vediamo come.

Continua la lettura Parliamone
Come creare app gratis fai da te
Che il mercato delle applicazioni mobili stia generando guadagni importanti non è una novità. Tutte le app che trovi sullo store, anche quelle gratuite, hanno modo di generare profitto, non solo monetario. Il denaro guadagnato va in parte condiviso con gli store, in parte reinvestito per tenere l’app sempre aggiornata, per il resto è tutto profitto dello sviluppatore. Ora vorresti guadagnare con le app anche tu? Considera che creare un app ha dei costi e come ogni altro investimento presenta dei rischi ma se hai un idea che ritieni interessante e utile a molte persone ti consigliamo di svilupparla e cominciare a guadangarci come fanno centinaia di altri imprenditori. Analizziamo quali sono le azioni a tua disposizione per creare un app e guadagnarci sopra monetizzandola.

Come creare un app di sucesso e guadagnarci?

Se vuoi creare un app assicurati che sia quella giusta. Sono migliale le app nello store e la gran parte di esse putroppo non riscontra un grande successo. Se la tua app è destinata ad un grande pubblico, dovete immedesimarvi nell’utente e cercare di capire le loro esigenze e comportamenti rispetto all’app. Dovrai farti domande non solo riguardo al funzionamento ma anche sul perchè la tua app debba rimanere sul loro telefono. Per creare un app di successo bisogna essere innovativi, folli, bisogna offrire ciò che altri non danno o farlo in una maniera unica.

Sviluppare un app a pagamento

Il metodo più semplice per guadagnare con le app è quello di creare un app a pagamento. Pubblicando un app a pagamento che sia per Android che per iOS riceverai un guadagno per ogni utente che deciderà di utilizzare la tua app. Le app a pagamento sono consigliate in casi si ha intenzione di targetizzare un pubblico di nicchia che ha dei bisogni specifici che potranno risolvere con la tua app. Se scegli questo modello di app dovrai assicurarti che l’app sia perfetta, gli utenti che acquistano un app si aspettano di più rispetto ad un app gratuita. Per questo i tempi di realizzazione di un app a pagamento sono più lunghi e spesso hanno un programma di beta testing.
Quanto deve costare un app a pagamento? Dipende dal tipo di app, non ci sono limiti o restrizioni sul prezzo. Però considerà che c’è una commissione per la vendita, nel 2019 pari al 30%, che verrà trattenuta direttamente dagli store.

Sviluppare un app gratuita con pubblicità

Un altro metodo molto diffuso per guadagnare con le app è quello di integrarla con banner e annunci interstitial. Spesso questo tipo di app sono rese disponibili gratuitamente e vengono scaricate da molti più utenti. Avere tanti utenti ti permetterà di mostrare gli annunci pubblicitari a più persone, permettendoti di guadagnare di più. Gli annunci generalmente vengono forniti da ad-network come Google AdMob e Facebook Audience Network, ma nulla ti vieta di mostrare annunci propri o dei partner.
Questo aproccio necessita di un attenta calibrazione degli annunci in modo da mostrarli nei momenti più opportuni ed evitare di risultare fastidiosi. Le app con gli annunci poco coerenti e mal posizionati spesso vengono considerate di scarsa qualità e possono causarne persino la disinstallazione.

Sviluppare un app freemium e offrire servizi extra

Potresti sviluppare un app e renderla disponibile per il download gratuitamente offrendo funzionalità limitate. In questo modo gli utenti hanno modo di provare le funzioni, convincersi che sia indispensabile ed effettuare l’upgrade pagando un extra. Puoi anche decidere di renderla utilizzabile solo per un periodo di prova oppure far togliere la pubblicità se si decide di pagare un extra. Nel caso di giochi questo modello è riferito alla moneta virtuale, i cosi detti “coins”, che saranno utilizzata all’interno della tua app per attivare funzioni.
La debolezza di questo modello sono i costi della fase di programmazione, sicuramente più complessa e anche costosa.
Nonostante questo il modello freemium è molto diffuso nel mondo delle app, come puoi vedere da questo articolo

Sviluppare un app per la tua attività per incentivare le vendite

Se invece hai un azienda, potresti sviluppare un app che interagisca con la tua attività. Gli utenti che si scaricheranno l’app diventaranno automaticamente tuoi clienti. Se hai un negozio potresti creare un app e-commerce così che i tuoi clienti potranno acquistare in maniera più semplice. Potrai inviare promozioni ed invitarli ad acquistare.

Guadagnare con un app trovando investitori

Una volta creata l’app oppure una volta pronto il progetto, potresti vendere l’app ad altri imprenditori interessanti a proseguire il progetto. Se hai un idea per un app che pensi possa essere rivoluzionaria ma non hai budget a sufficienza per svilupparlo, puoi collaborare con altri investitori, con cui condividerai poi anche i guadagni. Alcuni tipi di app hanno bisogno di un investimento inziale oneroso e questa potrebbe essere una buona soluzione.

Guadagnare con un app grazie al crowdfunding

Hai un idea per un app, pensi che vada sviluppata e che potrebbe essere a molte persone ma putroppo non hai budget a sufficienza? Possiamo aiutarti con la raccolta fondi tramite un campagna di crowdfunding. Il crowdfunding è considerato come una prevendita. Dovrai dimostrare agli utenti cosa farà la tua app e perchè devono investire. Potrai stabilire delle soglie e dei premi in base al tipo di quota versata, si parte da un semplice grazie fino ad offrire una quota dell’azienda in caso di un investimento importante. Ci affidiamo a piattaforme come Kickstarter, Indiegogo, FundRazr e simili. C’è un costo iniziale per la creazione della campagna se decidi di affidarla a noi, altrimenti ti potrebbe venire difficile creare un campagna di crowdfunding credibile e professionale.

Quanto pagano Google ed Apple per ogni download?

Per inziare, se pubblichi un app a pagamento sia Google che Apple tratteranno il 30% dei ricavi. Pertanto, nel momento di decidere il prezzo della nostra applicazione dobbiamo tenere in mente questo aspetto. Quindi, nella realtà, per ogni incasso in seguito al download lo sviluppatore riceverà solo il 70% dell’importo. Come guadagnare con le app? L’obiettivo è quello di ottenere più download. Più sono gli utenti che usano la tua app e più hai modo di guadagnare.
Successivamente dovrai “fidelizzare”, poiché guadagnerai solo dal download. In questi casi offriremo “qualcosa” di molto specifico e di valore per il cliente, qualcosa che possiamo offrire solo noi e col quale eventualmente trarre vantaggio dal bisogno e dall’urgenza dell’utente.
Ci sono casi nei quali è possibile ridurre la commissione o addirittura questa è assente, per esempio quando vogliamo realizzare un’app per promuovere una buona causa o organizzazione no profit, una applicazione che raccolga soldi per una ONG o una ONLUS. Però fai attenzione, non usare questa possibilità in maniera scorretta se non vuoi che la tua app venga eliminata. Apple, ad esempio, verifica che queste applicazioni siano davvero quello che viene promesso.

Quanti soldi posso guadagnare con un app?

Calcolare il profitto di un app è piuttosto difficile. I guadagni dipendono dalla popolarità della tua applicazione e da quanto ti farai pagare. Puoi avere pochi utenti ma disposti a pagare tanto o molti utenti che contribuiscono in maniera marginale, questo dipende interamente dal tipo di app. Putroppo non tutti coloro che riescono a sviluppare un app diventano milionari ma potrebbe diventare una buona entrata secondaria e magari col tempo qualcosa di molto più grande. Il business di un app, richiede del tempo per crescere. Puoi velocizzare questo processo con una campagna pubblicitaria o un piano marketing, ti possiamo aiutare a farlo.

Costi nascosti e commissioni per la vendita?

Nel caso degli acquisti in-app, anche Google ed Apple trattengono una percentuale (5% Google e 30% Apple). In questi casi dobbiamo controllare bene i prodotti che vendiamo all’interno dell’app e verificare il nostro modello di business per non perdere soldi.

Conclusioni

Apparentemente non c’è un solo modello vincente visto che il successo di una mobile app passa da diversi fattori come l’originalità, le dinamiche e la facilità di utilizzo, la viralità che si viene a creare attorno all’app. Anche il fattore tempo è una variabile fondamentale per riuscire a guadaganre con le app, basti pensare al caso di Ruzzle, app di successo degli ultimi anni, letteralmente circondata da diversi cloni più o meno fedeli: molti di questi sono usciti anche prima ma con una grafica, un modello e funzionalità leggermente diverse che non ne hanno decredato il successo a dispetto dei 20 milioni di iscritti a Ruzzle.

Contattaci

Link utili
Creare una web appCreare un app androidCreare un app gratisCreare un app iOSApp personalizzateCreare un app da sito webCreare un app senza programmareCreare un app per guadagnareApp per le attivitàPortfolio app realizzate per iOS e Android Applicazione Mobile app development
Facebook
Twitter
Pinterest
Linkedin
Email

Chatta su whatsapp